Il Pettirosso Cosmetici – L’intervista

Scritto da Interviste
pettirosso cosmetici

Il Pettirosso Cosmetici: genesi del brand

Quando e come è nato il Pettirosso Cosmetici?

Nasce dalla passione per la Natura, per le Piante e dall'amore per questo bellissimo territorio che è il Cilento e Vallo di Diano. Un posto da valorizzare e da apprezzare per la sua vastissima biodiversità. Nasce nel 2013, con i primi prodotti più semplici, come i saponi e gli oleoliti. Per sviluppare poi tutta la linea di Creme con i vari Fitocomplessi ci sono voluti circa tre anni di Ricerca e Sviluppo! Abbiamo poi debuttato al nostro primo Sana nel 2017.

Da dove nasce il nome del brand?

Il nome del brand nasce dalla volontà di evitare i soliti nomi "bio" e di essere rappresentati da un animaletto molto presente lassù in montagna! In inverno capita molto spesso di vedere tantissimi Pettirossi svolazzare intorno al laboratorio in cerca di qualcosa da mangiare, soprattutto nei periodi di freddo, quando c'è tanta neve!

pettirosso-cosmetici

Quali sono i valori che volete trasmettere?

I valori che vorremo trasmettere sono semplici e genuini. Il più importante è il rispetto per la natura e l’ecosistema. I nostri prodotti l’emblema di questi valori.

Utilizzate packaging principalmente in vetro e inchiostri vegetali, quanto è importante per voi la sostenibilità ambientale?

Come già accennato il rispetto dell’ambiente è alla base della nostra filosofia di Laboratorio Artigianale! La scelta di questo tipo di packaging e questo tipo di inchiostro è stata naturale. E’ stata dettata appunto dalla responsabilità che abbiamo verso il nostro pianeta. La sostenibilità ambientale è, quindi, più che importante per noi. Speriamo di migliorare sempre di più in questo ambito.

il pettirosso cosmetici
pettirosso cosmetici

Il Pettirosso Cosmetici: prodotti e novità

Come nasce un nuovo prodotto? Chi crea le formulazioni?

Un nuovo prodotto nasce quando una pianta o più piante presentano caratteristiche interessanti che potrebbero essere utili in campi specifici o generali. Partiamo dalla funzione che vorremmo ottenere, a come potrebbe essere applicata e sotto la supervisione della nostra formulatrice trasformiamo in realtà le nostre idee.

Perché usate le piante spontanee? Come le lavorate? 

Usiamo le piante spontanee perché sono una ricchezza. Ancora prima di tutti i moderni principi attivi sofisticati, si utilizzavano appunto le piante perché ricche di preziosi principi attivi! Proprio sulla base di questi principi attivi, ogni pianta viene lavorata secondo precise modalità. Alcune piante ci occorrono fresche, come ad esempio l’iperico ed l'elicriso. Calcoliamo, quindi, il periodo balsamico e in base alle fasi lunari effettuiamo la raccolta. Viene poi preparato subito l'oleolito, per l’estrazione di specifichi costituenti liposolubili. Se, invece, si tratta di piante con costituenti idrosolubili, si procede con altri tipi di estrazioni, idrogliceriche oppure estratti fluidi. Altre piante vengono essiccate subito, per poterle conservarle al meglio per futuri estratti.

Per voi la “freschezza” delle materie prime è fondamentale, perché è così importante?

Troviamo che la freschezza sia fondamentale, perché una pianta fresca contiene attivi nobili in concentrazione superiore. Da questo si deduce che una pianta fresca, in termini di qualità, sia superiore e trasmetterà questa qualità al futuro estratto, che sarà più efficace a svolgere la sua azione in un prodotto.

il pettirosso cosmetici

Caratteristiche dei vostri prodotti sono le incredibili profumazioni, con che processi le ottenete?

Le profumazioni sono bouquet di oli essenziali di primissima qualità e selezionati con cura.

Al Sana 2018 hanno debuttato il Latte Detergente e la Crema Mani, ce li presentate meglio?

Possiamo dire che siamo veramente orgogliosi dei prodotti presentati. Abbiamo studiato con cura le formulazioni per poter ottenere il risultato sperato. Per la crema mani abbiamo pensato che la Malva, la Calendula e l’Elicriso fossero le piante più adatte per un’azione curativa contro le screpolature grazie alle loro proprietà emollienti, lenitive e cicatrizzanti. Volevamo un prodotto da poter usar quotidianamente senza problemi, che svolgesse bene il suo lavoro, dalla texture piacevole, scorrevole e di facile assorbimento.

Per il latte detergente, invece, abbiamo scelto gli estratti di Camomilla e Carota per dare un tocco in più di idratazione, rendendo al contempo il prodotto più delicato. Abbiamo studiato la formula nei minimi dettagli, utilizzando materie prime davvero delicate. Cercavamo di ottenere una soffice emulsione che rendesse piacevole l’applicazione e che avesse un’azione lenitiva e rivitalizzante. Ci auguriamo di essere riusciti nel nostro intento.

L'ultima novità de Il Pettirosso Cosmetico è l'Unguento all'Arnica, che va ad arricchire la linea dermofunzionale. Per chi è indicato e come funziona?

È un prodotto pensato principalmente per gli sportivi, per massaggiare i muscoli prima e/o dopo l'attività fisica. Ovviamente può essere utile per chiunque abbia dolori muscolari (anche per urti), per aiutare a sciogliere le fasce muscolari contratti, ideale per esempio per il torcicollo. Oltre all'arnica contiene olio di iperico, olio di peperoncino e olio essenziale di mirto, che lavorano in sinergia e potenziano l'effetto dell'arnica, tutti e tre ingredienti locali del Cilento. La texture l'abbiamo voluta morbida e piacevole da lavorare, senza dimenticare la facilità di assorbimento.

Recentemente avete ottenuto la certificazione Ecobiocontrol, un traguardo importante, cosa significa questo riconoscimento per voi?

Aver ottenuto questo riconoscimento è molto importante per noi, perché certifica quel lavoro quotidiano che svolgiamo con tanta passione.

ecobiocontrol

Il Pettirosso Cosmetici: Ivan e Serena

La vostra è un’azienda artigianale a conduzione familiare, chi c’è dietro?

In azienda siamo 4 persone, io (Serena), mio marito Ivan, Marilena la nostra responsabile vendite e Francesca, che insieme a me si occupa della produzione. Ovviamente in base all'intensità di lavoro del periodo, a volte si rende necessario assumere altro personale per il confezionamento oppure per la raccolta delle piante. Quando facciamo ricerca e sviluppo, per la creazione di nuovi prodotti, abbiamo il supporto della nostra formulatrice. Ci sono poi altre figure importanti che ci supportano nel nostro lavoro, come ad esempio, il nostro social media manager e un responsabile commerciale per direzionarci al meglio nelle scelte in questo ambito.

Lavorate immersi nella natura, a 1000 m di altitudine tra i Monti della Maddalena, quali sono i pro e i contro?

Lavorare immersi nella natura è sempre un piacere. Guardare il suggestivo paesaggio ti riempe gli occhi e il cuore ed in particolare in primavera è un posto magico. Ovviamente i pro sono deducibili: lavoriamo in serenità, abbiamo sempre a disposizione le piante e possiamo raccoglierle nel pieno del periodo balsamico. I contro riguardano per lo più la questione logistica e alcune giornate sono estenuanti, anche solo per salire e scendere lungo la strada sterrata!! Ma presto avremo delle novità, che adesso non voglio svelare ma vi terremo aggiornati!!!

il pettirosso cosmetici

Ci raccontate una vostra giornata tipo?

Inizia la mattina intorno alle 9.00 e, se è una giornata di produzione, io e Francy, siamo impegnate e concentrate nel pesare tutti gli ingredienti, per poi procedere all'emulsione. Mentre Marilena è in ufficio, per rispondere alle chiamate dei rivenditori, per preparare le fatture e i bollettini di viaggio. Ivan si occupa dell'amministrazione.

Come ultima domanda vorrei qualche spoiler sulle prossime novità: quali altre meraviglie creerete per noi?

Sicuramente abbiamo in serbo delle novità per il Sana 2019, ma per scaramanzia preferiamo non rivelare ancora nulla. Ci vediamo a Bologna!

(Nella foto seguente vedete la squadra de Il Pettirosso Cosmetici dello scorso Sana).

pettirosso cosmetici

Il Pettirosso Cosmetici: mie riflessioni

De Il Pettirosso Cosmetici vi ho parlato più volte (sul blog trovate già recensiti contorno occhi antirughe, siero viso setificante, scrub corpo rassodante e latte detergente) e credo sia evidente che è un brand di cui mi fido ciecamente. Scoprì l'azienda su Instagram un paio di anni fa e quando seppi che sarebbero stati presenti alla fiera Planta all'orto botanico di Napoli, non mi lasciai sfuggire l'occasione di andare a conoscerli e di provare qualche loro referenza.

A colpirmi subito, oltre al garbo e alla disponibilità di Ivan e Serena, fu l'incredibile piacevolezza delle profumazioni dei prodotti. Fragranze intense, ma mai invadenti o fastidiose, proprio perché naturali e non di sintesi. Inoltre, le grafiche sono deliziose e accattivanti, attirano subito l'attenzione.

Sapete bene che uno dei miei punti fermi, per districarmi nel mondo sempre più affollato della cosmesi naturale e/o biologica, sono le persone dietro ai prodotti, dietro alle aziende. È chiaro che un qualsiasi cosmetico vada provato in prima persona per poterlo valutare davvero, ma quando acquisto, lo faccio molto più volentieri se so da chi sto comprando.

È un discorso sentimentale forse, ma in un mondo globalizzato in cui la tracciabilità dei prodotti è spesso intricata e nebbiosa, sapere dove la mia crema viso o il mio struccante siano stati creati e da chi, è un pensiero confortante, che sa di connessioni vere, di legami umani e di un tempo in cui i mercati erano meno vasti e ci si rivolgeva agli artigiani locali.

Ivan e Serena sono appassionati, competenti e generosi; pronti a rispondere a qualsiasi domanda e ad ascoltare i feedback di noi consumatori. Ci tengono davvero a proporre cosmetici di qualità, sicuri e adatti a tutti, che abbiano il minimo impatto ambientale possibile. Sono sicura che ci riserveranno ancora tante sorprese e invito chiunque a provare i loro prodotti, ne vale assolutamente la pena.

Ringrazio ancora Ivan e Serena per aver risposto alle mie domande e chiunque sia giunto fin qui nella lettura. Per qualsiasi domanda, c'è il box per i commenti qui sotto.

Al prossimo articolo.

Baci, Marta

Tagged under:

4 Commenti

  • Selene Makeupbioaddicted Rispondi

    Bellissimo articolo che mi ha dato la possibilità di di conoscere meglio un’azienda che mi sta a cuore ma soprattutto chi ci lavora dietro.

    • Marta S. Rispondi

      Sta a cuore anche a me e sono felice tu abbia apprezzato😁😘

  • serena tarabelloni Rispondi

    Grazie mille Marta, per questa bellissima intervista! un bacione grande
    Serena e Ivan

Lascia un commento

La tua email non sarà visibile al pubblico.